NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito CalcitValdarnoFiorentino.it gestito e operato da C.A.L.C.I.T. Valdarno Fiorentino o.n.l.u.s. - Piazza XXV Aprile - 50063 Figline e Incisa Vladarno (FI) - Tel/Fax 055.95.21.130 - info@calcitvaldarnofiorentino.it.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Leggi tutto...

Due defibrillatori in omaggio ai nonni, un regalo per la comunità

“Lascia il tuo paese, ma non lasciare che il tuo paese ti lasci.” Recita così un vecchio proverbio afgano che si addice alla storia e alla testimonianza di Enrico Venturi. Classe 1995, Enrico ha trascorso l’infanzia, poi l’adolescenza, circondato dall’affetto e dal calore dei nonni materni a Brollo, una frazione del comune di Figline e Incisa Valdarno. Poi il trasferimento a Milano per studiare giurisprudenza alla Bocconi, ma il piccolo paese di campagna continua a tenerlo stretto a sé, come qualcosa di estremamente prezioso, come qualcosa da difendere e da preservare.

Ed è per merito di questo forte attaccamento alla famiglia e ai luoghi dove è cresciuto che lo ha portato a donare, coadiuvato dal Calcit Valdarno Fiorentino, due defibrillatori semiautomatici nelle località di Brollo e Pian delle Macchie. L’occasione per dedicare questi strumenti ai nonni è stata la laurea, un momento di gioia e di felicità che in questo caso riveste un significato e una valenza ancora più speciali. “Mi sono laureato lo scorso 28 luglio e a causa dell’epidemia ho dovuto sostenere la discussione da casa mia, da remoto, e in un certo senso sono sorpreso perché è stato come se si fosse chiuso un cerchio. Sono partito da Brollo per proseguire i miei studi, sono tornato per il lockdown e proprio qui ho concluso il mio percorso accademico” ha riferito Enrico.

“Conoscevo il ‘Progetto Vita Calcit’ che ha reso cardioprotette molte zone del Valdarno, volevo trovare un modo per contribuire anch’io. Così ho voluto omaggiare i miei nonni e il paese in cui sono cresciuto donando due DAE alla popolazione. Oltre a ringraziare il Calcit Valdarno Fiorentino, sono grato all’associazione La Senice che si occuperà della manutenzione e della funzionalità di questi apparecchi salvavita”. Il Calcit intanto riprende le sue attività di sensibilizzazione sui temi della prevenzione e dei corretti stili di vita, il primo appuntamento è quello del 5 settembre per il corso BLSD all’Oratorio Salesiani.

 

 

Per qualsiasi informazione:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 055 952130

Matteo Pelli

Responsabile comunicazione digitale

Calcit Valdarno Fiorentino (Onlus)

VOLONTARIATO

Vuoi dare una mano?
Come si fa a diventare volontari del C.A.L.C.I.T. ?

DONAZIONI

Come si fa a donare al C.A.L.C.I.T. ?
Tutto sulle donazioni, dal versamento in contanti al 5perMille.

LA VOCE DEL CALCIT

Sfoglia il nostro periodico annuale.
Un riepilogo di attività, incontri, donazioni e tanti Ringraziamenti.