NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito CalcitValdarnoFiorentino.it gestito e operato da C.A.L.C.I.T. Valdarno Fiorentino o.n.l.u.s. - Piazza XXV Aprile - 50063 Figline e Incisa Vladarno (FI) - Tel/Fax 055.95.21.130 - info@calcitvaldarnofiorentino.it.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Leggi tutto...

La scuola in aiuto dei malati oncologici

L’Istituto comprensivo di Figline Valdarno rinnova la collaborazione con il Calcit Valdarno Fiorentino e, insieme alle famiglie degli studenti, aderisce all’iniziativa delle Uova di Pasqua.

“La grande sensibilità dimostrata sia da parte del corpo docente che da parte dei genitori, sempre attenti ai progetti di solidarietà, ha reso possibile la partecipazione attiva a questa bella iniziativa. - ha dichiarato Lorenzo Pierazzi, preside del complesso figlinese - Sappiamo bene quando il Calcit Valdarno Fiorentino sia radicato sul territorio e quanto la grande forza propulsiva messa in campo abbia portato al raggiungimento di importanti risultati concreti. Le donazioni, pervenute anche in passato, dalle famiglie dei nostri studenti hanno avuto un riscontro effettivo che si è tramutato in un appoggio essenziale per i malati della zona e delle loro famiglie. Essendo socio e membro del consiglio direttivo di un’associazione di volontariato, conosco bene le vicende e le storie toccanti di coloro che vivono momenti di malattia grave, per questo il supporto offerto dal Calcit fa senz’altro la differenza. Rispondere ‘presenti’ è doveroso da parte di tutti noi.”

Il preside Pierazzi conclude con un pensiero rivolto ai giovani studenti: “Da un anno esatto la nostra vita si è trasformata radicalmente. I ragazzi oggi vivono un momento di grande disagio psicofisico perché stare insieme fa paura, per il pericolo del contagio del virus, ma stare lontani fa ancora più paura perché la solitudine, la mancanza di contatto umano crea serie difficoltà.

La stessa solitudine che rischiano di vivere i malati, perciò è essenziale l’aiuto del Calcit e di tutti i volontari. L’unione, la cooperazione, la fratellanza sono valori essenziali da trasmettere alle nuove generazioni ed è compito della scuola dimostrare quanto il lavoro nel sociale sia prezioso”.

Ringrazia per il gesto e per la stima espressa, il vice presidente dell’associazione figlinese, Mario Bonaccini: “Il Calcit ci tiene ad avere un rapporto stretto con gli istituti d’istruzione, per mettere a disposizione le nostre competenze e le nostre professionalità a favore degli studenti.

Quando sarà possibile riprenderemo i contatti per poter realizzare all’interno delle scuole dei momenti di incontro e di formazione sul tema della prevenzione e dei corretti stili di vita.

Per dare informazioni utili su come si vive in maniera sana e cercare fin dall’inizio di prepararsi a combattere la malattia terribile del tumore che purtroppo colpisce a qualsiasi età. Stando attenti a dei piccoli, ma fondamentali, accorgimenti si può prevenire l’insorgere di molte malattie.

Tornando ad oggi, accettiamo ben volentieri il sostegno dell’Istituto comprensivo. Voglio ricordare quanto i ragazzi e le loro famiglie non si siano mai tirati indietro nell’aiutarci, ad esempio con il famoso Mercatino, che per ben due edizioni a causa dell’epidemia è dovuto saltare.

Il Calcit fa tutto il possibile, anche in questo periodo di grande difficoltà, per cercare di dare un aiuto concreto a chi soffre. Se l’aiuto viene dai più giovani vuol dire che si è trasmesso qualcosa di vero, di sano, di importante, con l’auspicio che questa società possa essere sempre più coesa e unita.”

 

Per qualsiasi informazione:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 055 952130

Matteo Pelli

Responsabile comunicazione digitale

Calcit Valdarno Fiorentino

VOLONTARIATO

Vuoi dare una mano?
Come si fa a diventare volontari del C.A.L.C.I.T. ?

DONAZIONI

Come si fa a donare al C.A.L.C.I.T. ?
Tutto sulle donazioni, dal versamento in contanti al 5perMille.

LA VOCE DEL CALCIT

Sfoglia il nostro periodico annuale.
Un riepilogo di attività, incontri, donazioni e tanti Ringraziamenti.