NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

La presente Cookie Policy è relativa al sito CalcitValdarnoFiorentino.it gestito e operato da C.A.L.C.I.T. Valdarno Fiorentino o.n.l.u.s. - Piazza XXV Aprile - 50063 Figline e Incisa Vladarno (FI) - Tel/Fax 055.95.21.130 - info@calcitvaldarnofiorentino.it.

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Leggi tutto...

Nuovo medico borsista al presidio “Serristori”di Figline Valdarno, grazie a un finanziamento del CALCIT valdarno fiorentino (onlus).

Dottoressa Laura TrombettaUn nuovo medico oncologo, esattamente la dottoressa Laura Trombetta, dallo scorso 27 agosto, sta già prestando la sua professionalità, 40 ore settimanali, quindi con una  formula lavorativa “full time”, presso il reparto di Oncoematologia dell’Ospedale “Serristori”di Figline Valdarno, grazie ad una borsa di studio interamente finanziata dal Calcit Valdarno Fiorentino, presente sul territorio dal 2004.

Laura  Trombetta sostituisce così la collega Agnese Vannelli, ormai integrata all’interno di una nuova struttura sanitaria, dopo il periodo trascorso nel nosocomio figlinese.
Fiorentina, ma nativa di Bagno a Ripoli, la nuova dottoressa, da sempre appassionata di Medicina, dopo gli studi liceali al “Leonardo da Vinci”di Firenze,  ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Ateneo Fiorentino, con una tesi inerente il tumore della mammella.
Nel corso dei suoi anni accademici ha seguito, inoltre, corsi specifici di oncologia, presso il Centro “Protoni” di Baltimora, negli Stati Uniti.
Specializzata in Radioterapia, con una tesi sul glioblastoma, una forma tumorale e molto aggressiva del sistema nervoso, la dottoressa Trombetta sta ultimando un master in Terapia del Dolore, mentre da  ricordare è il suo periodo trascorso presso Villa “Ulivella”, all’interno del complesso ospedaliero di Careggi, quindi a Firenze, occupandosi di Medicina interna e di  Ortopedia.
La nuova oncologa ha quindi i requisiti idonei per ricoprire questo nuovo incarico all’interno del DH Oncoematologico del “Serristori”di Figline.

Sono molto entusiasta di questo nuovo incarico - ha sottolineato la giovane oncologa - poiché ho modo di confrontarmi con colleghi molto preparati all’interno di una realtà non grande, ma molto ben organizzata, dove ogni singolo caso sanitario è trattato con grande professionalità, ma soprattutto con una carica umana non indifferente. Sono lieta, quindi, di apportare al reparto, oltre  che le mie competenze professionali, anche molto entusiasmo e desiderio di “fare gruppo”, alla base di ogni successo, sia nella medicina che in ogni aspetto della vita. Grazie, quindi, al Calcit Valdarno Fiorentino che mi  sta permettendo  di vivere questa esperienza al servizio dell’intera comunità”.

Importanti anche le parole di Bruno Bonatti, presidente della Onlus di piazza XXV aprile:
Con l’ingresso della dottoressa Trombetta all’interno del Reparto oncoematologico del “Serristori”di Figline - ha spiegato il dirigente - aggiungiamo un ulteriore tassello alla professionalità di questo Padiglione, una vera e propria eccellenza nel panorama della sanità toscana, cercando di  ampliare  sempre maggiormente le presenze di medici oncologi e ematologi sul territorio, quindi al servizio dei tanti cittadini che, credendo  in noi, si impegnano sostenendoci nelle varie iniziative e raccolta fondi. Un grazie sincero a tutti loro. Il nostro da sempre è un lavoro di squadra per aiutare i pazienti oncologici e le loro famiglie potenziando le strutture sanitarie della città, in modo particolare il DH Oncoematologico, recentemente ampliato anche grazie a un nostro significativo contributo economico, cioè di circa 60.000 euro” - ha terminato Bonatti.

Con l’inserimento lavorativo di Laura Trombetta, sono tre le figure professionali che attualmente operano nel padiglione oncologico grazie a borse di studio finanziate interamente dal Calcit, e cioè la dottoressa Alessandra Schiavon, psicologa, psicoterapeuta e psiconcologa, prezioso  aiuto  nel sostegno dei malati tumorali e dei loro familiari, e Luciana Pasqui, collaboratrice amministrativa di grande utilità nel disbrigo delle diverse pratiche burocratiche all’interno del reparto, nei confronti del quale il Calcit ha investito veramente molti soldi per l’acquisto di strumentazione scientifica sempre di ottima qualità. Circa un milione e trecentomila euro, la cifra donata dalla Onlus del Valdarno Fiorentino per la causa oncologica.

 

Laura Borgheresi

Relazioni Esterne e Comunicazione

Calcit Valdarno Fiorentino (Onlus)

VOLONTARIATO

Vuoi dare una mano?
Come si fa a diventare volontari del C.A.L.C.I.T. ?

DONAZIONI

Come si fa a donare al C.A.L.C.I.T. ?
Tutto sulle donazioni, dal versamento in contanti al 5perMille.

LA VOCE DEL CALCIT

Sfoglia il nostro periodico annuale.
Un riepilogo di attività, incontri, donazioni e tanti Ringraziamenti.