Venerdì 18 gennaio alle 21 presso il Teatro ”Salesiani”di Figline, spettacolo di prosa del Gruppo Teatrale “L’altra Storia”di Incisa a favore del CALCIT valdarno fiorentino.

Locandina spettacolo pro CalcitUna serata di storia con il bel volto della solidarietà. Questo in programma per venerdì 18 gennaio alle 21, presso il Teatro”Salesiani” di Figline, dove il Gruppo Teatrale “L’altra Storia”di Incisa, da circa dieci attiva nel territorio unendo l’amore nei confronti della drammaturgia a quello di raccontare le vicende nascoste o mistificate della storiografia ufficiale, presenterà il suo ultimo spettacolo teatrale, dal titolo “Briganti, partigiani in …...minore - Storia di Pasquale “Il Cafone”, una bella pagina di storia dimenticata, ambientata nel meridione del Bel Paese ai tempi dell’Unità Italiana.
Il fenomeno del brigantaggio ne è il protagonista, con un testo, ideato da Gianfranco Mazzotta, noto personaggio incisano, che racconta a tuttotondo quel periodo, iniziando dalle lotte per la difesa della propria identità, per la conquista di una vita migliore da parte dei contadini meridionali, oltre alle reazioni dei Piemontesi.

E’ in questo contesto che si inserisce la vicenda di un povero pastorello, Pasquale, condannato a morte solo per aver compiuto un “acquisto incauto”, cioè le scarpe “di occasione”che lo avrebbero “reso un signore”.

"Il racconto, in un solo atto di circa 70 minuti - spiega il curatore dell’evento, Mazzotta - presenta questo titolo non soltanto perché le canzoni che ne accompagno lo svolgimento presentano la loro stesura appunto “in mi minore”, ma in quanto il fenomeno del brigantaggio, di cui si parla, è secondo noi assimilabile, “in modo  minore appunto”a quello della Resistenza, su cui si basa la Repubblica in cui noi tutti ci riconosciamo.
Ecco quindi - prosegue ancora Mazzotta - che abbiamo allestito questo spettacolo, già proposto con successo in vari luoghi geografici per riportare alla luce episodi meno noti, nascosti perché “scomodi”, rimossi dalla storiografia ufficiale perché narrano violenze compiute da Italiani su propri connazionali”.

Un testo, dunque, questo che invita a un’attenta riflessione.

Si ricorda, inoltre, che il ricavato della serata sarà devoluto a favore del Calcit Valdarno Fiorentino, la Onlus territoriale da anni impegnata nella lotta contro i tumori. Un appuntamento, quindi, da non perdere.

Per prenotare l’ingresso alla serata è possibile rivolgersi alla sede dell’Associazione in piazza XXV Aprile (Figline) dalle 16 alle 18 oppure contattare il numero 328.3615445.

 

Laura Borgheresi

Relazioni Esterne e Comunicazione

Calcit Valdarno Fiorentino (Onlus)

VOLONTARIATO

Vuoi dare una mano?
Come si fa a diventare volontari del C.A.L.C.I.T. ?

DONAZIONI

Come si fa a donare al C.A.L.C.I.T. ?
Tutto sulle donazioni, dal versamento in contanti al 5perMille.

LA VOCE DEL CALCIT

Sfoglia il nostro periodico annuale.
Un riepilogo di attività, incontri, donazioni e tanti Ringraziamenti.